SEDE: Biella, Viale Macallè 21
SEGUICI SUI SOCIAL:
Top

Il Borgomanero rimonta tutto, la Biellese inciampa sul 2-2

Una rimonta ha sempre un gusto amaro, se poi si trasforma in un -7 dalla vetta della classifica ancora di più. Non sbaglia lo Stresa sul campo del Venaria, vincente di “corto muso” per prendere in prestito una citazione oggi tanto cara in Serie A (Allegri docet), inciampa invece la Biellese sul terreno insidioso dell’Accademia Borgomanero, quinta forza del Girone A. Al 34′ Angelo Panatti trascina i suoi verso l’1-0 con una perla su punizione, dalla mattonella giusta; passano appena sei minuti e Paolo Scienza completa l’opera con il 2-0, risultato che fa sognare. I padroni di casa ci mettono del loro, non proprio impeccabili – per usare un eufemismo – in entrambe le situazioni. Bianconeri cinici però, bravi ad approfittarne e doppio vantaggio più che meritato.

Sembra una domenica in discesa per i ragazzi di Alberto Rizzo ma è un’illusione. Da corner il Borgomanero ricuce lo strappo, dimezza il gap e riapre i giochi. In gol Bacaloni, retroguardia ospite disattenta, da ricalibrare. Nella ripresa nessuna pioggia di emozioni, solo un lampo nel deserto, colpo fulmineo che arriva dalla trama dell’undici di casa: Bonicelli intercetta al volo e supera Lorenzo Vallacchi, in campo da inizio match al posto di Brian Rainero out durante il riscaldamento. È 2-2, la disperazione, la delusione – sportive ovviamente – si tagliano con un filo d’erba sui volti dei lanieri. Lo Stresa scappa e Biella arranca, ma non è la fine. Con un match da recuperare nella corsa alla promozione tutto è ancora possibile. Qualcosa, però, indubbiamente va rivisto.