SEDE: Biella, Viale Macallè 21
SEGUICI SUI SOCIAL:
Top

Ci pensa Scienza, ancora lui: 1-0 all’Alicese

Sofferta, ma poco conta. Non una prestazione brillante, ma il minimo per archiviare la seconda vittoria consecutiva in campionato, ancora una volta conquistata sul campo di casa. Dopo il Verbania, fermato 2-0, anche l’Alicese Orizzonti cede ai bianconeri, di misura, con un gol di Paolo Scienza a pochi minuti dall’intervallo. È il minuto 38, il match della 23^ giornata di Eccellenza si decide lì, con una bella pennellata dell’ex Ticino “dalla sua mattonella”. Stessa identica azione che aveva portato i lanieri alla rete dell’1-0 contro il Verbania nel weekend precedente. Biella sale così in classifica a quota 45 punti e sfrutta il mezzo stop dello Stresa contro il Baveno (0-0 il risultato del derby giocato sulle rive del Lago Maggiore). Il Girone A recita ora Stresa 48 punti, Biellese 45, con Agnesina e compagni che hanno un match in meno nel conteggio avendo già depennato il turno di riposo. La strada è lunga e tortuosa, ma Biella c’è e punta a dire la sua fino alla fine.

Martin Pellerei, vice di Mister Alberto Rizzo, ha analizzato così la vittoria nel post partita: «Nel primo tempo abbiamo capito che si poteva giocare più in ampiezza. Loro hanno chiuso bene la zona centrale. Lo sapevamo, l’abbiamo sfruttata troppo poco prima dell’intervallo e nel secondo tempo un po’ di più. Siamo contenti del risultato, non pienamente soddisfatti della prestazione. Ci siamo ripresi in classifica qualcosa che avevamo perso nei turni precedenti. Scienza? Paolo è più portato a giocare a destra, a piede inverso, e si è visto benissimo: ha segnato anche oggi un eurogol. La poca lucidità in attacco? In effetti creiamo tanto ma non concretizziamo come dovremmo. Va detto però che i nostri attaccanti hanno anche grosse qualità nell’aiutare la squadra. Arrivare sempre lucidi davanti alla porta non è facile».