SEDE: Biella, Viale Macallè 21
CONTATTACI: +39 015 405141
SEGUICI SUI SOCIAL:
Top

Kambo: «Questa Biellese è già di un’altra categoria»

Il centrocampista francese di origini ivoriane si racconta tra passato e futuro: «Sono un lottatore, spero di giocare a lungo con questa maglia».

«Il calcio è il centro di tutto, mi ha fatto cambiare Paese e incontrare persone importanti. Mi ha fatto crescere sul piano personale». Dylan Kambo parla del suo passato. Nato in Francia, a Marsiglia, l’11 novembre del 1995, è uno dei volti nuovi della Prima Squadra di Mister Rizzo costruita in estate: «Ho iniziato a giocare all’età di cinque anni. È stata mia madre ad avvicinarmi a questo sport, le devo tanto. Sono un giocatore molto generoso, ho sempre voglia di vincere e di aiutare i compagni. Ho una discreta tecnica e sono un “lottatore”. Le mie principali caratteristiche? Fisico, inserimento e grinta».

Ronaldinho, ex campione di Barcellona e Milan, è il suo punto di riferimento calcistico: «Ho iniziato a praticare questo sport guardandolo giocare, è stato per me una fonte di ispirazione importante. Sono però lontano anni luce da lui! (ride, ndr)».

L’Olympique Marsiglia è una questione di cuore: «Non potevo che fare il tifo per la squadra della città dove sono nato e cresciuto. Ho anche giocato nel loro vivaio prima di trasferirmi al Genoa». In Italia ha indossato i colori del Grifone, del Parma e del Torino. Tanta esperienza poi in Eccellenza e in Serie D: «Qui a Biella mi sto trovando benissimo nonostante la pandemia continui a non darci tregua. Ho sposato subito il progetto della Biellese e spero di giocare a lungo con questa squadra. Il campo mi manca tantissimo, ma soprattutto mi manca il gruppo. Chi gioca a pallone sa quanto sia sacro lo spogliatoio. Per sentire meno la mancanza mi metto a palleggiare in casa anche se la mia fidanzata non è proprio così felicissima».

In piena emergenza Covid, lo staff tecnico di Mister Rizzo ha messo a punto un programma di allenamenti a distanza per i giocatori: «Lavoriamo seriamente, in maniera professionale e autonoma. Ognuno di noi segue una scheda personale, aggiornata ogni settimana dal nostro preparato atletico Andrea Marini. Voglio sottolineare il grandissimo lavoro di tutto lo staff e della Società e ringraziarli per come ci stanno seguendo. Non ci manca nulla. La Biellese non è solo una Società ambiziosa, è già di un’altra categoria».