SEDE: Biella, Viale Macallè 21
CONTATTACI: +39 015 8497749
SEGUICI SUI SOCIAL:
Top

Emozioni e gol

Termina 2-2 il big-match della 5^ giornata di campionato tra La Biellese e l’RG Ticino. Corsa verso la promozione apertissima.

Una sfida tesa, intensa, combattuta come da pronostici. Qualità contro qualità, l’aveva presentata così Mister Rizzo nell’intervista della settimana. È terminata 2-2 la battaglia tra la Biellese e la RG Ticino, grande favorita del Girone A per osservatori e addetti ai lavori. Per la lotta alla promozione in Serie D si prospetta un finale di stagione ricco di emozioni.

Il 4-4-2 confermato da Rizzo funziona benissimo, ma è la solidità mentale del gruppo il vero punto di forza della Biellese. C’è Mazzucco al posto di Schettino, i restanti dieci attori in campo dal primo minuto sono gli stessi schierati a Borgovercelli nel precedente weekend. Pronti via ed è subito botta e risposta tra le due formazioni, come da copione. La difesa di casa regge alla grande ed è proprio dai difensori di Rizzo che nasce il primo vantaggio biellese: minuto 12, Marco Cestagalli batte da corner, Amos Agnesina devia con una sponda per Andrea Latta che tutto solo in area piccola insacca ed esulta. Il match sale di giri, per lunghi tratti è divertente, emozionante. Alla mezz’ora gli ospiti hanno sui piedi di Malvestrio la palla del pareggio ma Agnesina si oppone e salva il risultato. All’intervallo è 1-0 Biella.

La ripresa è uno spettacolo. Rizzo richiama Latta, un po’ affaticato, e inserisce Bonura. Al 4′ Vero disinnesca un nuovo tentativo della Ro.Ce., ma gli ospiti continuano a crescere e trovano la strada dell’1-1: è il 16′, Scienza salta la difesa bianconera e serve al centro per Gibellini, che di testa non sbaglia. Passano cinque minuti e la Biellese ritrova il comando del match: giocata di Edoardo Artiglia e rete di Davide Facchetti. Il ritmo è pazzesco. Passano soltanto due minuti prima del 2-2: ancora Malvestrio regala una gioia all’RG Ticino, supportato da Scienza. La sfida è apertissima fino al triplice fischio, come una finalissima. Al 42′ Antonino Bonura colpisce il palo, per la disperazione della panchina bianconera, ed è l’ultima scintilla della domenica biellese. Nota amara, ma assorbita. La prova c’è stata, le conferme tutte. La settimana servirà per analizzare gli errori commessi, ma soprattutto per concentrarsi sul prossimo avversario e il finale della stagione. Con questa determinazione, viverlo sarà sicuramente emozionante.

La Biellese-RG Ticino 2-2 (1-0)
Marcatori: Latta (B) al 17′ pt, Gibellini (R) al 16′ st, Facchetti (B) al 18′ st, Malvestio (R) al 20′ st.
La Biellese: Vero, Facchetti (Bocca dal 23′ st), Cestagalli, Gila D., Agnesina, Mazzucco, Artiglia (Di Sparti dal 35′ st), Cervato (Naamad dal 30′ st), Menabò, Kambo, Latta (Bonura dal 7′ st).
A disposizione: Rainero, Muzzolon, Bernaudo, Gila S., Giovagnini.
Allenatore: Rizzo.
RG Ticino: Baglieri, Scienza (Bellino dal 29′ st), Ogliari (Gottardi dal 35′ st), Sorrentino, Malvestio, Roveda (Ramponi dal 25′ st), Bugno (Dal Santo dal 44′ st), Gomez (Napoli dal 29′ st), Rosato, Rossi, Gibellini.
A disposizione: Cotardo, Colombo, Puka.
Allenatore: Celestini.
Note: ammoniti Gila D. (B), Agnesina (B), Malvestio (R) e Bellino (R).